Gli emolumenti a Fazio sono uno scandalo enorme in un Paese in affanno!

Gli emolumenti a Fazio sono uno scandalo enorme in un Paese in affanno!

Certo che concedere 11 milioni a Fazio è uno scandalo di proporzioni enormi. Ma come si fa a dare tutto questo denaro a un tizio che serve solo a servire … Continua a leggere

Stefano Rodotà, l’autobiografia in un’intervista: formazione, diritti, giornali, impegno civile e politica

Stefano Rodotà, l’autobiografia in un’intervista: formazione, diritti, giornali, impegno civile e politica

di Silvia Truzzi | 24 giugno 2017 Il 7 settembre 2014, Silvia Truzzi ha intervistato il giurista per la sua rubrica Autografi. Nella lunga conversazione, il professore ha ripercorso la … Continua a leggere

Stefano Rodotà, grazie professore. Le abbiamo voluto bene come a un padre

Stefano Rodotà, grazie professore. Le abbiamo voluto bene come a un padre

di Silvia Truzzi | 24 giugno 2017 Volevamo dirle grazie, professore, per tutte le volte che ci ha fatto da bussola, che ci ha messi in guardia, che ci aiutati … Continua a leggere

Stefano Rodotà morto, il galantuomo che poteva essere presidente: l’eterna battaglia in difesa dei diritti. In nome della Carta di Davide Turrini

Foto Roberto Monaldo / LaPresse18-04-2013 RomaPoliticaRai – Trasmissione tv "Eco della storia"Nella foto Stefano RodotàPhoto Roberto Monaldo / LaPresse18-04-2013 Rome (Italy)Tv program "Eco della storia"In the photo Stefano Rodotà


Dal “riformismo militante” nell’area di sinistra (ma contro l’asfissiante sistema dei partiti di massa) alla battaglia per il No al referendum di Renzi. Il giurista, che nel 2013 sfiorò l’elezione al Quirinale ha usato gli studi da giurista per fare politica, nelle piazze e nei Palazzi. Laico, libertario, di sinistra. Con un’idea fissa in testa: il diritto di avere diritti. Cioè che nessuno si debba sentire meno cittadino di altri
di Davide Turrini | 23 giugno 2017
I principi della Costituzione non si toccano. Se si dovessero riassumere gli ultimi anni di pensiero e azione di Stefano Rodotà, si dovrebbe partire dalla presa di posizione per il No al referendum costituzionale voluto da Matteo Renzi. Di sinistra, laico, libertario, il giurista che non ha mai mollato la politica, protagonista di mille battaglie per l’estensione dei diritti dei cittadini, Rodotà è morto a Roma. (altro…)

S’ERA SALVATO SOLO IL DIRITTO DI SCIOPERO. MA ORA CI PENSERÀ POLETTI A RIMETTERE LE COSE AL POSTO GIUSTO

È un cerchio che si chiude e ne va sottolineata, se non altro, la coerenza. Allora, abbiamo avuto corposi tagli a pensioni e stipendi pubblici, paurose riduzioni di spesa pubblica … Continua a leggere

I piedi per terra, in cerca di senso e cittadinanza

I piedi per terra, in cerca di senso e cittadinanza

Alfonso Gianni (il manifesto 23.06.17) L’assemblea del Brancaccio ha avuto il merito essenziale di porre con i piedi per terra il tema della costruzione di una “lista di cittadinanza a … Continua a leggere

Camilleri agli studenti del suo liceo: “Non fidatevi di Renzi e dei grillini, sono già cadaveri”

Camilleri agli studenti del suo liceo: “Non fidatevi di Renzi e dei grillini, sono già cadaveri”

appello, studenti, Andrea Camilleri, Agrigento, Cultura AGRIGENTO. «Non credete ai Renzi e ai Cinque Stelle» perchè «sono già cadaveri». Questo l’invito rivolto da Andrea Camilleri a un gruppo di studenti … Continua a leggere

Montanari risponde a Mieli: la nostra sinistra parte dal basso

Montanari risponde a Mieli: la nostra sinistra parte dal basso

Caro direttore, provo a rispondere ad alcune delle questioni sollevate dall’impegnato editoriale di Paolo Mieli pubblicato ieri. L’assemblea del Teatro Brancaccio non c’entrava nulla con Libertà e Giustizia, ma era … Continua a leggere

Verso il 18 giugno!

Verso il 18 giugno!

Quel che è mancato in questi ultimi anni è proprio l’idea di una sinistra alternativa al sistema economico, che abbia un progetto chiaro e ben definito e che, soprattutto, si … Continua a leggere

Le ideologie

Le ideologie

Di Silvana Lari Le ideologie… pur essendo fondamentali nella politica specialmente odierna, sono vituperate e non vengono tenute in nessuna considerazione, L’errore è questo: come dice Nel, non si può … Continua a leggere