Crea sito

Chi sottostima la revisione non sa quali articoli fondamentali sono toccati tra cui la composizione del Parlamento in seduta comune quindi la sottomissione del Presidente della Repubblica al Presidente del consiglio grazie alla più bassa maggioranza mai prevista 304 senatori per la messa in stato d’accusa del PdR ex art. 90 Cost..

Di Felice Bisostri
“Questa revisione è peggio della Renzi Boschi anche se riguarda solo 2 articoli 56 e 57 (il59 consolida una prassi) ma centrali per forma di governo e forma di Stato. Che questo sfugga all’elettore è comprensibile, ma ad un costituzionalista, che non pensi solo a sé stesso, è semplicemente inconcepibile. Altrimenti non si comprenderebbe la grave preoccupazione di Mattarella. Chi sottostima la revisione non sa quali articoli fondamentali sono toccati tra cui la composizione del Parlamento in seduta comune quindi la sottomissione del Presidente della Repubblica al Presidente del consiglio grazie alla più bassa maggioranza mai prevista 304 senatori per la messa in stato d’accusa del PdR ex art. 90 Cost..
Con Renzi 369. Una maggioranza che elegge il suo presidente nella legislatura 2023-2028 si elegge 9 membri su 15 della Corte Costituzionale e un terzo del CSM. E si cambia la Costituzione a piacere e non ci sono rimedi giuridici tempestivi ed efficaci contro revisioni costituzionali incostituzionali come questa per violazione dell’art. 3. Non se in questa lista ci sono, oltre che friulan-giuliani, abruzzesi, liguri, marchigiani, sardi e calabresi che avevano lo stesso numero di seggi o più dei trentin-sud tirolesi e ora ne hanno meno pur avendo più abitanti e la Calabria lo stesso numero di senatori con il 90 % di abitanti in più.
Se volete consolarvi tutto fa brodo, ma non la superficialità e l’auto inganno”.

Ti potrebbe interessare anche...