Il 25 aprile è la festa della liberazione del popolo italiano!

Un 25 aprile 2019 si celebra domani tra mille polemiche e tentativi di revisionismo.
Non siamo un Paese serio: è questa la verità più drammatica che mette in evidenza questo assurdo dibattito e le defezioni ministeriali, non c’è che dire.
La Germania ha fatto i conti con quel passato drammatico ed è riuscita a risorgere, mentre l’Italia non è stata capace di farlo e si dimena nella speranza di trovare qualcosa di positivo in quella che fu una eversione e non una “rivoluzione” promossa addirittura da un “ceto medio” in maggioranza all’epoca dell’avvento del fascismo, come qualcuno vorrebbe incredibilmente far credere.
E’ chiaro che fino a quando non si capirà e condividerà del tutto che il fascismo è stata tragedia immane, che ha avuto come conseguenza la perdita della libertà individuale e politica, che ha visto morire milioni di persone, che ha torturato e impiccato chi vi si opponeva, non ci sarà speranza per questo Paese!
Ignorare perfino che la Resistenza è stata ed appartiene a tutto il popolo italiano e che i resistenti erano di tutte le estrazioni sociali e politiche, è un modo per falsificare la storia. Sono convinta che tutto questo non può portare bene. Per sapere dove dobbiamo andare è necessario capire e sapere da dove siamo partiti, dov’è nata la libertà e la democrazia!
Il 25 aprile è e deve essere la festa di tutti gli Italiani, a prescindere dalle appartenenze politiche, e chi non la pensa così fa un torto a quanti hanno perso la vita perchè oggi noi potessimo liberamente esprimere il nostro pensiero e vivere in una democrazia anche se imperfetta.
Molto di quello che in questi giorni sentiamo e vediamo è frutto dell’ignoranza e questo è un handicap grave per un Paese che vuole essere civile, che va sicuramente colmato al più presto, prima che sia troppo tardi.
La scuola faccia la sua parte, sia in prima linea nel formare i giovani e si metta da parte il revisionismo storico che molti vogliono portare avanti per occultare verità scomode per il loro occulti interessi.
Viva il 25 aprile!
Onore ai Partigiani che sono morti per donarci la liberta e la nostra Costituzione nata dalla Resistenza!
Nel Toscano

I commenti sono chiusi.