Le elezioni regionali in Sicilia

A proposito di elezioni regionali: sento parlare molto di candidature di questo o quel personaggio che in questi anni hanno dominato la scena politica siciliana, senza mai dare un contributo minimo per fare uscire la Sicilia dallo stato disastroso in cui si trova. Io credo che bisognerebbe uscire da questi metodi e cominciare a capire che al punto in cui siamo non funzionano più. Credo e sono fermamente convinta che la cosa importante da fare sarebbe quella di cominciare a parlare della Sicilia che vogliamo costruire. Temo però che questo non succederà e che per questo la Sicilia ne uscirà penalizzata chiunque sarà il nuovo presidente della Regione.
Senza una visione, senza un programma serio e condiviso dai cittadini non si va da nessuna parte. Sono rammaricata che qui non si riesce a lanciare una sfida vera al di fuori di queste formazioni politiche , che, oramai, lasciatemelo dire, sono veramente alla frutta e l’unica cosa di cui si preoccupano è piazzarsi al governo della Regione per poi spartirsi le poltrone. Eppure questo è il momento in cui si potrebbe tentare un cambiamento vero, per riportare i cittadini a votare. Mi domando perchè non provare a fare quello che Falcone e Montanari stanno realizzando a livello nazionale? Perchè non si comincia anche noi a costruire quel cambiamento oramai divenuto vitale, anche per la salvezza della Sicilia? Direte: le elezioni sono alle porte e non c’è tempo. Verissimo, ma se non si osa e se non si inizia un cammino non si arriverà mai da nessuna parte.
Nella Toscano

I commenti sono chiusi.