L’EX MINISTRO SOSTIENE IL ‘NO’ AL REFERENDUM Varoufakis: quando la Grecia affondava, Renzi si schierò con la Merkel. Oggi ne paga il prezzo

varufakyYais Varoufakis a tutto campo su Italia e Europa, e sull’atteggiamento di Matteo Renzi nei confronti dell’Ue. Quel Renzi che oggi protesta, ma che nel 2015 «tradì» la Grecia schierandosi con Berlino
SPECIALE La gabbia europea
ROMA – L’Italia è «l’esempio lampante» di quanto «disfunzionale» sia l’Unione europea e il premier italiano Matteo Renzi ha «il dovere morale» di «cambiare le regole» in Europa. Non ci gira intorno Yanis Varoufakis, ‘ex ministro greco delle Finanze e leader del «Movimento per la democrazia in Europa», in un’intervista al Corriere della Sera.

Fa bene Renzi a protestare
«Considerando la solidità dell’economia, oggi il vostro Paese dovrebbe volare. Invece resta bloccato da vincoli impossibili da rispettare. Il primo ministro Matteo Renzi protesta, e fa bene. Ma in modo inefficace. Non è responsabile aprire dispute con Bruxelles per qualche punto decimale di deficit», commenta Varoufakis.

Ridiscutere le regole europee
Secondo l’ex ministro greco, «Renzi ha il dovere morale, verso l’Italia e verso l’Europa, di superare il suo approccio infantile». «Chieda un Consiglio dei capi di Stato e di governo per ridiscutere le regole europee a tutto campo, il ruolo della Banca centrale, il rilancio degli investimenti. Solo così potrà aprire un dibattito accettabile per le opinioni pubbliche, in primis quella tedesca».

Si schierò con la Merkel
Varoufakis è anche intervenuto alla trasmissione di La7 “La Gabbia Open” di Gianluigi Paragone, dove si è mostrato decisamente poco tenero nei confronti del presidente del Consiglio italiano. Di cui ricorda vividamente il voltafaccia di quando, durante il braccio di ferro tra Unione Europea e Grecia, si schierò senza esitazioni dalla parte di Angela Merkel.

I commenti sono chiusi.