Nulla è ciò che sembra. Claudia Monteverdi

La Germania ha la febbre e sa di essere molto malata ma, prima di capitolare, vorrebbe essere sicura che anche l’Italia finisca nel baratro. Stanno cercando di avvelenare i pozzi per essere certi che muoia Sansone con tutti i Filistei. Siccome al loro orizzonte si stanno addensando nuvoloni che preannunciano tempesta vorrebbero ingabbiare noi nel meccanismo mortale del Mes così, già dall’indomani mattina dopo la firma, chiederebbero l’attivazione della clausola, che esiste e non credete a chi vi dice che non ci sia, per cui possono esigere in otto giorni di calendario il rientro di tutto il prestito, che significherebbe, ipso facto nottetempo, un bel prelievo forzoso sui conti correnti di tutti gli italiani.
L’ esposizione bancaria della Bundes Bank nei confronti dei nostri BTP, e quindi del debito pubblico italiano, verrebbe chiusa con i risparmi degli italiani.
Ma facciamoci anche noi un po’ gli affaracci dei primi della classe.
1. Sono ancora un territorio di occupazione americana. Non hanno mai firmato la pace.
2. Avevano 60 anni di tempo, quindi entro il 2005, avrebbero dovuto darsi una Costituzione ma a tutt’oggi non lo hanno ancora fatto.
3. Dal momento che non sono una Nazione a tutti gli effetti, non sono iscritti al registro SEC. Significa che se l’euro domani mattina crollasse, loro non potrebbero commerciare con gli Stati esteri.
4. Non stanno pagando quanto dovuto alla NATO e stanno tirando a verze Trump dicendo che probabilmente dovrebbero entro il 2032 riuscire a saldare il debito
5. La Deutsche Bank ha in pancia titoli tossici pari a 15 volte il PIL tedesco
6. Sempre alla Deutsche Bank è stata comminata una multa da 150 milioni di dollari per finanziamenti “allegri” al pedofilo, faccendiere del Deep State, Epstein.
7. La Volkswagen il 25 Maggio ha perso la causa per cui dovrà risarcire i proprietari delle vetture diesel di cui hanno falsificato i certificati di emissione
8. La Bayer, che ha acquisito la Monsanto, ha perso la causa inerente la tossicità del Roundup, diserbante al glifosato. Alcuni dei ricorrenti sono già stati risarciti ma altri non sono soddisfatti per cui proseguirà l’iter giudiziario dei risarcimenti
9. Il 5 agosto la BCE dovrà fornire la decisione finale in merito all’ultimatun che le è stato lanciato dalla Corte tedesca poiché ritengono che la propria Legge Fondamentale sia superiore ai Trattati europei. In virtù di questo essi asseriscono di non poter più sostenere in sodalizio il debito dell’intera eurozona. Bene, se non lo possono più fare, che si accomodino pure, quella è la porta, e che la aprano anche alla svelta così crolla tutto il sistema UE e Euro. Un secondo dopo anche noi raccogliamo le nostre quattro carabattole, salutiamo educatamente tutti, anche quelli che ci hanno trattato di merda perché noi siamo dei signori, e buonanotte al secchio.

I commenti sono chiusi.