Ricostruire il Paese non sarà uno scherzo per ragazzini!

di Nella Toscano –
1896749_10205395851846222_4810078946517121667_n Per descrivere quello che sta succedendo in questo Paese non riesco a trovare parole adatte. Penso che è una tragedia immane di cui moltissimi portano grande responsabilità.
Abbiamo vissuto in questi ultimi anni con il culto del leader che tutto risolve: abbiamo iniziato con Berlusca e completato il disastro con Renzino.
Facile dare la colpa a qualcuno, io credo che in questo drammatico momento sarebbe il caso di interrogare anche le nostre coscienze.
A questo disastro si è arrivati anche per la leggerezza e la condivisione di molti cittadini, che hanno creduto a tutto quello che gli è stato detto senza nulla obiettare, senza mai farsi assalire dal dubbio.
Sono arrivati i barbari e hanno detto che per risparmiare bisognava tagliare sulla politica, e così si sono cancellate Istituzioni come le Province, che oggi si rimpiangono.
Purtroppo questa è stata solo una presa in giro pazzesca, visto che hanno tagliato solo le elezioni dei consiglieri e del Presidente per mettere al loro posto i loro amici, a prescindere dalle qualità.
Non abbiamo più nemmeno un esercito , che in occasione del terremoto in Irpinia è stato di grande aiuto. Hanno tagliato le spese per la sicurezza per dare bonus elettorali, hanno abbandonato il territorio al degrado e si sono curati solo si grandi opere per spartirsi i soldi con gli amici. Hanno raccolto fondi che i cittadini hanno donato per i terremotati e se li sono fregati le banche, hanno affidato senza gara l’appalto per la costruzione di casette di legno a un amico del Pd, secondo quanto ho letto su fb, che si attendono dal mese di agosto e che ancora non arrivano, mentre si stanno consumando tragedie immani.
Quando arriveranno le assegneranno per sorteggio dicono!
Non è possibile essere ridotti così, tutto questo è davvero inaccettabile!
Non so cosa possiamo fare noi cittadini, ma sento che è necessario provare a darci una mossa per spazzare via questa classe politica, per tornare a fare politica seriamente, per rimettere in sesto il Paese. Lo so, sarà dura, molto dura, perché le macerie sono davvero troppe e rimuoverle non sarà uno scherzo per ragazzini.

I commenti sono chiusi.