Il Rosatellum è stato approvato dal Parlamento.

Ancora una volta il Parlamento, con una maggioranza che va dal PD a Verdini, Berlusconi e Alfano, ha approvato una legge elettorale antidemocratica e palesemente anticostituzionale e lo ha fatto imponendo ben 5 fiducie al Senato, ignorando , quindi, l’art. 72 della Costituzione.
Gli effetti di questa legge sciagurata, che farà solo il gioco di Berlusconi, si faranno sentire alle prossime elezioni e, a meno di un miracolo, con la drammatica conseguenza che il Paese sarà riconsegnato nelle mani della destra.
Tutto questo è stato fatto per eseguire gli ordini del segretario piddino, che per fini suoi personali e per i patti inconfessabili con Berlusconi, non ha esitato a distruggere il suo partito e portare alla rovina il Paese. Le dimissioni di oggi dal PD da parte del presidente del senato Grasso, seppure tardive e insufficienti, indicano chiaramente la deriva verso cui va questo partito.
Sono convinta che, a questo punto, è meglio che lo stesso scompaia per consentire a un nuovo partito di sinistra, che dovrà nascere dal basso e lontano dai laeder di quella che oggi si definisce sinistra, perchè solo così potrà, finalmente, realizzarsi.
Rimane comunque la preoccupazione della impossibilità a governare questo Paese, perchè la legge elettorale approvata non permetterà il formarsi di maggioranze omogenee.
Voglio ancora sperare che il Presidente Mattarella si rifiuti di firmarla, proprio perchè lui è il garante della costituzione e questa legge è palesemente incostituzionale e non permette ai cittadini di scegliersi i propri rappresentanti. Si rischia, infatti, di votare per un candidato all’uninominale e ritrovarsi poi di avere votato un candidato di un’altro partito, che non si è mai scelto di votare, e il che è semplicemente allucinante.

I commenti sono chiusi.