RADICI!

Viviamo in pieno oscurantismo politico, morale e intellettivo. E’ difficile capire come abbiamo potuto arrivare a tanto. Allora viene istintivo chiedersi: ma da dove veniamo?
Facciamo un salto storico fino al tempo del risorgimento e ci salta agli occhi una figura che ci riscatta la dignità lesa: Carlo Cattaneo.
In poche parole: era ateo repubblicano, patriota, illuminista, federalista e per l’ uguaglianza di tutti i cittadini. Lui avrebbe voluto una Italia dove governassero le rappresentanze di tutte le regioni con parità di diritti e doveri. Anche Cattaneo come noi voleva giustizia e rispetto. Va anche ricordato che Cattaneo ha diretto i partigiani della prima Resistenza armata del risorgimento. Egli detestava i Savoia e fu critico con Garibaldi che consegnò l’Italia al re invece che creare quella Repubblica che Garibaldi stesso avrebbe voluto.
Io mi chiedo: avete notato come chiunque abbia tentato di governare per una giustizia sociale venga tacciato di essere dittatore, brutale, massacratore? E come nessuno di questi leader abbia un monumento lasciato in piedi? Mentre i monumenti ai re, a Napoleone o altri capi delle ricchezze nonostante abbiano prodotto guerre, fame, miseria sono invece ancora tutti in piedi?
Si spaccia tutto questo per volontà dei popoli mentre al contrario è la corruzione, la manipolazione, il ricatto sui popoli.
Oggi ad esempio abbiamo in Venezuela un leader eletto dal popolo spacciato per dittatore e un despota reazionario USA che invade il territorio altrui con minacce, con corruzione che pratica da mesi e che impone un leader di suo comodo e sentiamo il coro di chi ha gettato i monumenti dei patrioti e ha lasciato in piedi quelli dei re stare dalla parte dell’ invasore.
Troppa strada dobbiamo ancora percorrere! Salvini ha mandato subito le congratulazioni al sicario di Trump, Di Maio non sta nè qua nè là e Mattarella si accoda all’Europa.
Che orrore questa Italia!

Miriam Pellegrini Ferri

I commenti sono chiusi.