Le regole calpestate

Per capire il degrado a cui siamo giunti in questo Paese basta guardare otto e mezzo: è’ davvero stupefacente sentire le due giornaliste, ospiti della trasmissione di stasera, che difendono Vespa e si rivoltano contro Fico in merito al contratto di “artista” che quest’ultimo, per “motivi puramente economici” ha sosttoscritto e imposto alla Rai.
Vedere sostenere che Vespa debba continuare a occuparsi di politica in campagna elettorale,continuando, quindi, a fare il giornalista, nonostante il contratto di artista, ha dell’incredibile e dà la misura come in questo Paese di regole non vuol sentir parlare nessuno.
Si è fatto fare un contratto “artistico” per aggirare la legge ed evitare così il tetto sugli stipendi di giornalisti di 240.000 €. e , di conseguenza, per farsi riconfermare emolumenti milionari: questo evidentemente sta bene a tutte le giornaliste presenti in trasmissione, tranne che a Travaglio. Non ho davvero parole … Penso solo che lor signori credono che tutto gli altri italiani siano fessi … certo è che se continuiamo a mantenere questo sistema, se continuiamo a non ribellarci daremo ragione a loro …

I commenti sono chiusi.